Transfinito edizioni

Giancarlo Calciolari
Il romanzo del cuoco

pp. 740
formato 15,24x22,86

euro 35,00
acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La favola del gerundio. Non la revoca di Agamben

pp. 244
formato 10,7x17,4

euro 24,00
acquista

libro


Christian Pagano
Dictionnaire linguistique médiéval

pp. 450
formato 15,24x22,86

euro 22,00
acquista

libro


Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

La laicità, gli effetti, la matematica, nonché l’oralità, il cifrema, il nomadismo, nonché il mistero della logica, l’ordine di Dio, la saldatura

Armando Verdiglione
(30.07.2017)

La realtà di riferimento (la realtà spaziale, la realtà sociale, la realtà ideale) non c’è
più. Non c’è più l’idea del nulla. Non c’è più il principio del nulla. Questo il teorema
della laicità. La realtà originaria è la realtà della parola, la realtà intellettuale. La laicità
è proprietà del sacro
: proprietà della fiaba, proprietà della favola, proprietà della saga,
proprietà della memoria, del numero, del libro, del testo. Il teorema della laicità è la
blasfemia
.

Il laicismo si erige sul principio del nulla. Il laicismo: la comunità prima del
cittadino (o prima dello stato) oppure lo stato prima del cittadino. “Sanctuaire
républicain”, così lo dichiarava Jacques Chirac, che si richiamava al codice di
riferimento, cioè al codice della laicità, al canone, in breve al discorso occidentale.
Non c’è più realtà di riferimento. Non c’è più punto di riferimento. Non c’è più
tutto ciò che è stato chiamato finora “il punto”: né il punctum diaboli né il punctum dei.
Per Euclide, il punto è ciò che è puro da ogni estensione. Il punto monade? Il punto
assente riempie lo spazio? Il punto limite della linea? Il punto come l’incontro fra due
linee? Fra due linee: “due” come “due linee”. Il punto come l’unità indivisibile? È
l’idea di punto: il punto di riferimento è il punto ideale. Il punto fisico? Il punto
metafisico? O il punto matematico? Il punto come limite della linea, della superficie o
del volume? Il punto della scienza “spaziale”, della scienza ideale, della scienza
algebrica o della scienza geometrica? L’idea del nulla è l’idea algebrica o l’idea
geometrica. Il punto come elemento di posizione o di negazione? Quindi, ancora il
punto del nulla.

La fisica, l’astrofisica, la geofisica, l’algebra: nessuna definizione né del punto né
della particella. Non c’è più punto di riferimento. Non c’è più linea: il punto e il
contrappunto non sono punti di riferimento. Sono il punto e il contrappunto di cui
non c’è nessuna idea! Originari.

Non c’è “linea di frattura” (o di demarcazione) fra il nord e il sud, fra l’oriente e
l’occidente, o fra le classi o fra “i ricchi” e “i poveri”. La linea di frattura è la linea del
discorso come causa, la linea ideale. Lo “stato laico” è lo stato senza la parola: non
tollera la parola, non tollera il teorema della laicità (non tollera la blasfemia).



Leggere il testo integrale

PDF - 128.6 Kb
Armando Verdiglione, "La laicità, gli effetti, la matematica, nonché l’oralità, il cifrema, il nomadismo, nonché il mistero della logica, l’ordine di Dio, la saldatura"

[Il testo è una trascrizione non rivista dall’Autore e uscirà in versione definitiva in un prossimo e-book.]

JPEG - 98 Kb
Hiko Yoshitaka, "La borsa della vita", 2014, cifratipo, olio su carta

Gli altri articoli della rubrica Teologia :












| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |

30.07.2017