Transfinito edizioni

Giancarlo Calciolari
Il romanzo del cuoco

pp. 740
formato 15,24x22,86

euro 35,00
acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La favola del gerundio. Non la revoca di Agamben

pp. 244
formato 10,7x17,4

euro 24,00
acquista

libro


Christian Pagano
Dictionnaire linguistique médiéval

pp. 450
formato 15,24x22,86

euro 22,00
acquista

libro


Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

Catalogo


Giancarlo Calciolari

L’ultimato del fallo

Il primato del fallo, della solo libido maschile, per definire anche la sessualità femminile, è tutt’oggi un totem dello psicanalismo freudiano e più in particolare di quello lacaniano. Sarebbe il fondamento su di cui poggia la società, quindi dalla divisione del lavoro alla divisione sessuale.

Non c’è esplicazione lacaniana della sessualità femminile che non ironizzi sul femminismo, rimasto pressoché solo a mettere in discussione l’impianto totemico e tabuico. L’impasse di Freud, che qualifica di fondo roccioso la negazione del femminile, è radicalizzata da Lacan che sulla stessa pietra scrive le sue formule della sessuazione.
In questo breve testo il primato del fallo è analizzato nella sua natura di fantasma, di tentativo di erigere un’impalcatura della vita. Come ogni altra fantasmatica può articolarsi e dissolversi. Non è una condanna inflitta alle donne e nemmeno agli uomini, che ancora non hanno capito i contrappassi e i contraccolpi dell’impianto teocratico, riscontrabile anche nella matematica, nel diritto, nella filosofia, nelle scienze umane e persino nella ragioneria.

Chi fa ciò che vuole prende fischi per fiaschi, poggiando sul fantasma per realizzare il desiderio. Ciò che non è colto è come la disfatta stia già nella premessa logica del trionfo. Appunto: l’ultimato è la bomba a scoppio ritardato del primato.

pp. 56
formato 14,5x20

euro 7,00
carrello


Gli altri libri del catalogo :






































































19.05.2017