Transfinito edizioni

Giancarlo Calciolari
Il romanzo del cuoco

pp. 740
formato 15,24x22,86

euro 35,00
acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La favola del gerundio. Non la revoca di Agamben

pp. 244
formato 10,7x17,4

euro 24,00
acquista

libro


Christian Pagano
Dictionnaire linguistique médiéval

pp. 450
formato 15,24x22,86

euro 22,00
acquista

libro


Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

Catalogo


Christiane Apprieux

La battaglia dell’immagine

L’opera di Christiane Apprieux non riproduce la realtà tale e quale (ovvero non abbocca ai vari ammaestramenti sociali, quelli che l’avevano distolta provvisoriamente dal suo cammino artistico) semplicemente perché il suo lavoro riguarda ciascuna volta un lembo di reale: quel qualcosa che si fa, che resta, che si trasforma. Tale è la sua invenzione artistica, scevra da ogni mimetismo, e semmai seguace della mimesi, che non è altro che la dimensione stessa delle immagini.

Chi guarda le opere di Christiane Apprieux avverte la libertà come un loro aspetto, ovvero non cade nell’orbita della religione e nemmeno in quella militare, prerogativa delle avanguardie, sino alla transavanguardia. Le immagini che si stagliano dalle opere indicano come false quelle prodotte e riprodotte dallo scenario planetario di immagini, che peraltro le propone come immagini vere. Vere perché falliche. Vere perché immagini decretate tali dal potere costituito.

Mentre la guerra delle immagini è degli emblemi delle genealogie di potere, filiazioni di morte, la battaglia dell’immagine di Christiane Apprieux è di vita. Certamente, un granello di sabbia. L’infinitesimo essenziale. L’irrinunciabile che decide del bello della vita.

Christiane Apprieux vive e lavora nella galassia della parola






pp. 82
ill. a colori 84

formato cm 32 x 28

volume rilegato con copertina cartonata

euro 67,95
carrello


Gli altri libri del catalogo :






































































19.05.2017