Transfinito edizioni

Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

Catalogo


Hiko Yoshitaka

Topologia fantastica. Ceramiche

Hiko Yoshitaka, dopo qualche onda di vita che lo distrae dalla cultura e lo sospinge verso l’arte, solo nel 2001 comincia a “esporre” agli amici alcune sue opere, in particolare un quaderno di disegni, più di cento, del formato di 23 x 30 cm. L’amico Michelangelo Marchi, maestro ceramista, noto come Miche, lo invita a trasporre sulla ceramica alcuni dei suoi lavori, nel suo laboratorio a Cazzano di Tramigna, in provincia di Verona.
Una prima volta nel 2002 e un’altra volta nel 2003 Hiko Yoshitaka si reca nel laboratorio dell’amico, che gentilmente gli mette a disposizione non solo gli strumenti di lavoro ma sopra tutto la sua esperienza di ceramista e d’artista maturata in più di trent’anni. È da notare che Michelangelo Marchi ha già aperto il suo laboratorio a altri artisti, anche noti in campo internazionale, come per esempio Aldo Mondino.
La bella scommessa, che riprende l’invenzione della prospettiva nel rinascimento, è per Yoshitaka quella di impiegare una superficie, lo spazio bidimensionale, per i suoi esercizi di topologia fantastica, che richiederebbero la terza dimensione. E non solo, se mai fosse possibile la pratica della quarta dimensione. A Hiko Yoshitaka non sfugge che la bottiglia di Klein si interseca nello spazio a tre dimensioni, ma non si intersecherebbe in uno spazio a quattro dimensioni. Ne abbiamo l’idea con il nastro di Möbius che non si interseca nello spazio a tre dimensioni e invece non può che intersecarsi nello spazio bidimensionale.

Il breve viaggio nella ceramica di Hiko Yoshitaka è stata un’onda a cavallo tra due anni. E siccome non c’è nessuna algebra e nessuna geometria dell’onda, siamo curiosi dell’onda nuova della sua esplorazione, tra le tante cose: quella della bottiglia di Klein, che come il nastro di Möbius sospende la distinzione tra dentro e fuori. Da quando Yoshitaka ha letto che una bottiglia di Klein si può sezionare in due nastri di Möbius, questo pittore e scultore anomalo ha un appuntamento con l’argilla che diverrà terracotta e con la cera che diverrà bronzo. Questa è la transustanziazione artistica. La trasposizione materica. La trasmutazione dell’immutabile.

Roberto Dolci [dalla prefazione]





formato cm 18 x 18

pp. 56
ill. a colori 54

formato cm 18 x18

euro 24,95
carrello


Gli altri libri del catalogo :



































































3.04.2017